REGIONE LOMBARDIA

BANDO FRI

Contributi a fondo perduto e a tasso di interesse agevolato

 

Soggetti ammissibili

PMI  aventi una sede operativa attiva in Lombardia da almeno due anni, appartenenti ai seguenti codici di attività ATECO 2007:

- C attività manifatturiere    tutte

- F costruzioni                   tutte

- J                                   62, 63

- M                                  70, 71, 72, 73, 74

- N                                  78

- H servizi                         52.10,  52.24. 

  

Programmi ammissibili

Gli interventi agevolabili, da realizzarsi all’estero attraverso la costituzione di una società straniera (new.co.) detenuta o in forma diretta (possesso del 100% del capitale della new.co.) o attraverso Joint Venture con imprese estere, sono:

  1. nuovi insediamenti produttivi permanenti;
  2. nuovi centri assistenza tecnica post-vendita permanenti (solo per imprese manifatturiere);

I progetti non devono prevedere interventi di delocalizzazione (dismissione totale o parziale di attività produttive in Lombardia e/o sul territorio nazionale).

  

Spese ammissibili

- Acquisto e ristrutturazione, oppure realizzazione di beni immobili all’estero oppure canoni per la locazione dell’immobile per un anno

- Acquisto di macchinari, impianti ed attrezzature;

- Oneri per la registrazione dei diritti industriali (marchi o brevetti);

- Acquisto sistemi gestionali integrati;

- Spese per il personale tecnico ed amministrativo dipendente utilizzato all’estero per la realizzazione del progetto;

Sono ammissibili i conferimenti in denaro o in natura (es: macchinari, impianti e attrezzature nuovi o usati acquisiti da fornitori di settore) versati a titolo di capitale sociale nell’impresa estera (new.co.).

 

Il totale delle spese ammissibili non deve essere inferiore a € 100.000,00 per le imprese manifatturiere e a € 50.000,00 per le imprese delle costruzioni e di servizi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  

Agevolazione
L’intervento finanziario (soggetto al regime “de minimis”) è pari al 40% delle spese ammissibili di cui:

- una quota a fondo perduto, fino al 40% dell’intervento finanziario, a titolo di contributo in conto capitale;

- una quota a rimborso, pari almeno al 60% dell’intervento finanziario, a titolo di finanziamento della durata massima di 7 anni, a tasso fisso agevolato pari allo 0,5% annuo. Al soggetto beneficiario sono richieste garanzie reali, sulla quota del finanziamento erogato.